L’albero di Natale per i bambini

Introduzione: avendo il regime sovietico eliminato ogni festa religiosa, nella data di Natale è stata istituita la festa dell’albero di Natale chiamato semplicemente “iolka” cioè, “abete”. Intorno all’ “abete” si svolge la lotta tra la strega cattiva cacciata da “piccola neve”, nipote di Babbo natale che arriva subito dopo e al quale i bambini recitano poesie, cantano canzoni, si esibiscono in qualche balletto per ricevere un regalo. E proprio quest’ultimo è uno dei motivi di questa festa a cui vengono invitati soprattutto bambini poveri come è stato anche per noi. Ho chiesto ai parrocchiani di prendersi cura di questi bambini con i loro genitori, molti dei quali, per la prima volta, partecipavano ad una tale festa. Visto che è tradizione travestirsi, ognuno si è ingegnato perchè ogni bambino avesse il costume; tutti si sono impegnati nel coinvolgere i bambini del progetto “qua la mano” nei giochi, nelle recite e nelle canzoni. E’ stato davvero un momento coinvolgente di riuscita “integrazione”, non così scontata!

Fra Luca

Domenica 30 dicembre sono arrivati i bambini della nostra parrocchia. Alla s. Messa sono stati invitati anche alcune famiglie povere con molti figli che p. Luca aiuta in diversi modi.

Dopo la s. Messa tutti i bambini con i genitori sono scesi nel seminterrato della chiesa dove si è tenuto un allegro, bello e festoso spettacolo,  sul tema dell’albero di Natale.

I parrocchiani adulti hanno mostrato un allegro spettacolo con s. Nicola e un fantastico albero di Natale luccicante. I piccoli parrocchiani hanno inscenato per s. Nicola una favola che voleva insegnare a tutti come vivere in pace e amore anche se tanto differenti tra di noi.

Dopo questo abbiamo girato intorno all’albero di Natale, cantato canzoni, recitato poesie e giocato divertendoci. Verso la fine della festa s. Nicola ha distribuito a tutti i bambini regali con i dolci e la loro gioia  è stata indescrivibile.

Inutile dire che ai bambini è piaciuta moltissimo questa festa di Natale dove ciascuno bambino ha ricevuto attenzione.

Spero che nel cuore di questi bambini oggi sia nato il Piccolo Gesù e che possa crescere nei cuori con loro.

Svieta e Axana